News & Eventi

PSR 2014/2020 - OPERAZIONE 21.1.01

09/10/2020

“AIUTO ECCEZIONALE E TEMPORANEO A FAVORE DI AGRICOLTORI E PMI ATTIVI NEL SETTORE DELLA TRASFORMAZIONE, DELLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O DELLO SVILUPPO DI PRODOTTI AGRICOLI, CHE SONO PARTICOLARMENTE COLPITI DALLA CRISI DOVUTA ALLA PANDEMIA DI COVID-19”

La D.G. Agricoltura di Regione Lombardia ha presentato nei giorni scorsi la nuova operazione del PSR utile ad indennizzare quelle aziende maggiormente colpite dal Covid-19.

I settori che potranno beneficiare della nuova misura saranno i seguenti:
- Agriturismo
- Florovivaismo
- Allevamenti con vitelli macellati sotto gli 8 mesi (carne bianca) – detentori degli animali


Le risorse messe a disposizione ammontano a 19 milioni di euro che sono stati recuperati da alte misure/operazioni del PSR.
Il bando dell’operazione 21.1.01 dovrebbe venir approvato entro la fine del mese di settembre con apertura delle domande dal 01/10/2020 al 30/10/2020.
Ogni azienda potrà ricevere al massimo un contributo pari ad € 7.000 (dalle simulazioni fatte il premio non dovrebbe essere inferiore a 5.500 €.). I requisiti richiesti ai beneficiari risultano essere i seguenti:

FLOROVIVAISMO
- essere in possesso di autorizzazione all’attività vivaistica rilasciata al 01/03/2020 o essere iscritti nel registro ufficiale degli operatori professionali ai sensi del reg. 2031/16 alla data del 01/03/2020;
- essere in regola con il pagamento della tariffa fitosanitaria annuale alla data del 30/09/2020;
- aver presentato denuncia annuale dei vegetali alla data del 30/09/2020.

Per le aziende con RUOP è necessario essere in regola sia con il pagamento della tariffa fitosanitaria sia con la denuncia dei vegetali, per aziende NON professionali è sufficiente la sola denuncia annuale dei vegetali.

AGRITURISMO
- essere agriturismo attivo alla data del 01/03/2020;
- essere in possesso del certificato di connessione in corso di validità;
- aver presentato SCIA relativa all’attività svolta o documentazione equipollente al 01/03/2020.

ALLEVAMENTI (detentori)
- essere un’impresa agricola attiva che ha macellato almeno una media di 50 capi sotto gli 8 mesi nel triennio 2017/2019 (sulla base dei file forniti dalla veterinaria con capi macellati);
- avere almeno un allevamento bovino attivo con presenza di capi negli ultimi 12 mesi.

Le domande andranno presentate tramite il portale SISCO di Regione Lombardia, previa costituzione del Fascicolo aziendale. Gli uffici di Zona sono a disposizione per l’inoltro delle domande e per qualsiasi chiarimento in materia.

Immagine

Condividi