News & Eventi

GRANDE PREOCCUPAZIONE TRA LE IMPRESE VITIVINICOLE CON L’APPROSSIMARSI DEL PERIODO VENDEMMIALE

23/07/2020

Alla difficoltà di reperire la normale manodopera per le operazioni di raccolta dell’uva, si è aggiunto anche il timore di possibili contagi da Covid-19.
L’ATS di Pavia ha organizzato lunedì 20 luglio u.s., nella sala dell’Auditorium Certosa Cantù a Casteggio, un incontro con le Associazioni agricole e i Sindaci dei comuni interessati, presente anche il Presidente dell’ente bilaterale Cimi-AV per discutere insieme le criticità connesse alla presenza di lavoratori stagionali provenienti da paesi europei ed extra-europei impiegati nella prossima vendemmia.
È un argomento di grande rilevanza per i possibili impatti sia sanitari che economici. Una possibile diffusione della malattia nell’area dell’Oltrepò Pavese costringerebbe ad adottare misure restrittive note a tutti, con tutte le conseguenze del caso.
In attesa di un protocollo certo volto ad uniformare tutte le attività di verifica che diano sufficienti garanzie, si è ritenuta necessaria la collaborazione tra tutti gli attori del territorio al fine di adottare ogni precauzione per ridurre la diffusione del virus intercettando i lavoratori all’inizio della vendemmia e seguendoli successivamente per identificare i soggetti malati e prevenire possibili focolai. In primis le aziende vitivinicole dovranno essere tutelate, contemporaneamente si dovrà monitorare la situazione con l’applicazione di procedure che permettano di sapere in anticipo se i lavoratori siano positivi o meno al virus. Occorre predisporre tutte le misure del caso, tenendo però presente che i lavoratori non possono essere obbligati a sottoporsi al tampone. In caso di eventuale constatazione di infezione i soggetti coinvolti saranno obbligati a rispettare il periodo di quarantena di almeno 15 giorni. Una vendemmia dura mediamente non più di 15-20 giorni, il danno sarebbe enorme e si aggiungerebbe a quello subìto dal mercato del vino a causa delle restrizioni; moltissime aziende si ritrovano gran parte del vino invenduto e con una vendemmia che si prospetta abbondante.

Immagine

Condividi