News & Eventi

IMPOSTE E TASSE: SUPER BONUS 110%

27/08/2020

Una importante novità prevista dal Decreto Rilancio e per la quale si attendevano specifiche è il Superbonus con detrazione al 110% delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione che migliorano l’efficienza energetica degli immobili.

Questo è quanto approfondito nella guida pubblicata in questi giorni sul sito dell'Agenzia delle Entrate che riporta tutte le informazioni necessarie: chi può usufruirne, gli interventi agevolabili ed i vantaggi.

Innanzitutto il periodo di riferimento: le spese contemplate sono quelle sostenute dal 01 luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per gli interventi che vanno dalla riduzione del rischio sismico, all’installazione di impianti fotovoltaici e delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Le nuove misure, specifica l'Agenzia delle Entrate, aggiungono alle detrazioni già previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico (Sismabonus) e di riqualificazione energetica degli edifici (Ecobonus). Altro aspetto importante oltre alla fruizione diretta della detrazione in dichiarazione dei redditi si può optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori (cioè dalla ditta che realizza l’intervento) o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione.

Chi può usufruire del Superbonus 110%
Diversi i soggetti che possono usufruirne, dai condomini alle persone fisiche che possiedono o detengono l'immobile oggetto dell'intervento, ma al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni.

Possono inoltre beneficiare delle detrazioni non solo i proprietari dell'immobile, ma anche per chi è in comodato d’uso e gli usufruttuari.

Quali interventi rientrano nel Superbonus
I lavori rientranti nel Superbonus si dividono in due categorie:

gli interventi definiti "trainanti", che possono godere da soli della detrazione, e gli interventi "aggiuntivi che possono godere ugualmente del Superbonus ma solo se effettuati "insieme ad almeno uno degli interventi principali".

Tra gli interventi principali o “trainanti” rientrano quelli di isolamento termico sugli involucri (pareti e pavimenti); la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni e degli impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari (o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari) e gli interventi antisismici (la detrazione già prevista dal Sismabonus è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021).

Gli interventi invece legati al principale detti "trainati" sono ad esempio gli interventi di efficientamento energetico (che devono assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche o il conseguimento della classe energetica più alta), l'installazione di impianti solari fotovoltaici e l'installazione delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Come avviene la detrazione
La detrazione è riconosciuta nella misura del 110%, da ripartire tra gli aventi diritto in 5 quote annuali di pari importo; al posto della fruizione diretta della detrazione si può optare anche per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori (chi realizza l’intervento) o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione.

Sono di imminente pubblicazione anche le specifiche tecniche da parte del Ministero in ogni caso è bene rivolgersi alle ditte specializzate ed ai professionisti abilitati per lo studio di fattibilità degli interventi che si possono attuare sul Vostro immobile, rimanendo a disposizione per la parte che riguarda eventuali valutazioni di detraibilità e capienza della dichiarazione reddituale.

Di seguito il link alla guida Superbonus 110% dell’Agenzia Entrate:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Guida_Superbonus110.pdf/49b34dd3-429e-6891-4af4-c0f0b9f2be69

Immagine

Condividi